ADDVERT..gain for sharing..

ITA/ Il mondo complesso dell’e-commerce, è continuamente in evoluzione e non solo a livello di tecnologia e strumenti di gestione. Da alcune ricerche condotte da B2C Netcomm, Politecnico di Milano, risulta che in Italia il 47% degli e-commerce abbia difficoltà con il marketing online. Cosa abbastanza importante, in quanto il settore della vendità via internet viveContinue reading “ADDVERT..gain for sharing..”

Italist.com. Per U-Start Conference 2014, la migliore startup Europea.

ITA/ E’ Italiana la migliore startup Europea. A Milano durante la U-Start Conference 2014, Italist.com, l’e-commerce del fashion con oltre 250 top brand e designers per un catalogo di oltre 10.000 pezzi, ha ricevuto l’importante riconoscimento. La conferenza organizzata da U-Start, ha fatto arrivare nella capitale della moda lombarda oltre 700 persone, interessate al mondo dell’investimento e dell’innovazione, diContinue reading “Italist.com. Per U-Start Conference 2014, la migliore startup Europea.”

Stylenda..the new startup commerce..

ITA/ Stylenda, la fashion startup di lusso nata nell’incubatore trevigiano H-Farm, va online su STYLENDA.COM con i suoi prodotti al 100% Made in Italy. Ogni articolo presente nello store è realizzato da artigiani e micro imprese italiane, preventivamente selezionati da un esperto del team, e guidati nelle loro produzioni per garantire uno stile unico edContinue reading “Stylenda..the new startup commerce..”

Privalia..crescere per licenziare.

Sembra un contro senso, ma davvero questo deve far capire al nuovo Presidente del Consiglio (Renzi senza girarci troppo attorno), di come l’Italia sia un paradosso emblematico che non trova pari nel mondo moderno. Privalia, famoso e-commerce presente in Spagna (dove è nata), Messico, Brasile e Italia, nata nel 2006 e con tassi di crescitaContinue reading “Privalia..crescere per licenziare.”

Zalando..5 miliardi in 5 anni.

ITA/ Vedere un e-commerce partire con una pubblicità super virale in tv, dopo 5 anni valere 5 miliardi di dollari, non è roba da tutti i giorni. Eppure il colosso che può far tremare Yoox, è così sano e con i conti in regola (nel primo trimestre dello scorso anno ha fatturato solo 809 milioniContinue reading “Zalando..5 miliardi in 5 anni.”

Lyst..the fashion e-commerce aggregator raised fund for $ 14 million

La moda sul web viaggia a meraviglia. Lyst nasce nel 2010, con lo scopo di rendere la vita più facile a chi va matto di e-shopping. La piattaforma è un aggregatore di e-commerce del fashion, che permette di trovare tutto ciò che si cerca in poco tempo e senza impazzire cercando fra i migliaia diContinue reading “Lyst..the fashion e-commerce aggregator raised fund for $ 14 million”

L’e-commerce, spiegato a Rock Me Pitti..

Non c’era solo la moda più vera, alla quattro giorni fiorentina della scorsa settimana. Per e-Pitti, la tecnologia è fondamentale e per questo uno dei numerosi workshop, era legato al tema tanto sentito del commercio elettronico. Visto il tema, ho passato un’oretta ad ascoltare i numeri portati da 3rdPlace e Milano Fashion Media che insieme,Continue reading “L’e-commerce, spiegato a Rock Me Pitti..”

Tailor4Less..il 3D che disegna i vestiti.

Sempre più spesso capita di imbattermi in negozi reali, che permettono di realizzare camice, abiti, e particolari di abbigliamento adatti alla propria persona. Sarà la voglia di unicità, di sentirsi addosso una camicia, una giacca, un pantalone cucito appositamente per se stessi. Sta di fatto che la tecnologia va in soccorso del compratore e permetteContinue reading “Tailor4Less..il 3D che disegna i vestiti.”

Out of wardrobe..come liberare l’armadio.

La stagione estiva è oramai dichiarata finita, sempre che un ipotetico colpo di coda dell’estate faccia ritorno per qualche breve giornata. Gli armadi sono pieni di roba che magari, spesso e volentieri finisce nel dimenticatoio dopo una stagione, ma vorrai mica buttare via centinaia di euro spesi?? Grazie al web, si ha la possibilità diContinue reading “Out of wardrobe..come liberare l’armadio.”

E-commerce..l’altra faccia della crisi.

21 miliardi di euro nel 2012, +12% rispetto all’anno precedente. Il 55% delle imprese con portale e-commerce, vendono i propri prodotti anche all’estero, con un giro d’affari del 27% delle richieste totali. Nella prima parte del 2013 poi, quasi il 50% dei navigatori, ha pigiato il bottone “buy” sul web, facendo registrare un +12,2% rispetto aContinue reading “E-commerce..l’altra faccia della crisi.”