Un Talento per la Scarpa..vince Gaia Romagnoli

sammauro_industria

Il tema  della XIII edizione del concorso indetto da Sammauroindustria era: ‘Rebels and Indignados: revolutionary shoes’ e nuovmanete la mano ed il gusto di una designer donna, ha messo la firma sul posto più alto del podio. La giovane e brillante designer “born in Italy” Gaia Romagnoli, di Spello Foligno (Perugia) , ha soli 17 anni e si è aggiudicata oltre nove mesi di formazione e lavoro suddivisi tra la scuola internazionale di calzature del Cercal e una delle quattro aziende Casadei, Sergio Rossi, Pollini, Vicin, nonchè un assegno di 4mila euro per rimborso spese.

1° Gaia Romagnoli

La sfida è stata giocata da 188 partecipanti con bozzetti, ricerche stilistiche, collage di immagini, provenienti da diversi stati del mondo: Italia, Francia, Germania, Belgio, Irlanda, Portogallo, Polonia, Albania, Croazia, Marocco, Bulgaria, Russia, Filippine, Brasile, Colombia, Indonesia, Israele, Messico, Bangladesh, Pakistan, Perù, Stati Uniti. Al concorso hanno partecipato 8 scuole italiane: “Aldrovaldi- Rubbiani” di Bologna (BO), ISIS “Michele Dell’Aquila” di San Ferdinando di Puglia (BT), ISIS “Marie Curie” di Savignano Sul Rubicone (FC), ISIS “Buonarroti-Xmenes” di Trapani (TP), Liceo Artistico “O.Licini” di Ascoli Piceno (AP), Liceo Artistico “Bernardino di Betto” di Perugia (PG), Liceo Artistico “Cademia” di Ortisei (BZ), Liceo Artistico “G. Palizzi” di Lanciano (CH).

images-9Precedentemente son saliti sul primo gradino del podio un esercito di donne (9 vittorie al femminile, 4 al maschile), e internazionale (7 straniere, 6 italiane). In ordine cronologico: Italia (Francesca Capellini, sul tema ”La seduzione”); Russia (Daria Kravtsova – “Futuro”); Cina (Yim Kit Ling – “Nostalgia”); Giappone (Nakayama Yoko – “Ai piedi di Cleopatra”); Croazia (Dijana Sabljak – “Al gran ballo di Cenerentola”); Italia (Benedetta Maria Chiara Lupo – “La dolce vita”); Messico (Joel Perez Ortega – “La via della seta”); Italia (Mario Rossodivita – “Da Mad Max ai materiali biodegradabili. Per una calzatura fashion ed ecologica”); Germania (Sarah Börtz – “Stile scarpe e rock and roll. Moda e musica pop: influenze reciproche”); Italia (Paola Valenti – “Fatto in Italia. Arte, artigianato e design”); Italia (Giuseppe Luca Leonardo Morreale sul tema “A forma di stivale. Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia”); Messico (Jose Omar Munoz Ramirez – “Melting Shoes, contaminazioni interculturali”).

images-10

Un grande in bocca al lupo alla vincitrice del concorso 2013, sperando (per par condicio), che il prossimo anno sull’olimpo del contest, possa salire un designer maschile e faccio i complimenti, alle aziende che partecipano attivamente alla realizzazione di questo evento, perché aiutano a tenere alto il livello e la freschezza dei prodotti del made in Italy.

Fabrizio Chiara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s