Un weekend fast..in vero Blasco style. Siamo vivi..e tecnologici.

Il weekend non sembrava finire più. Il mio è iniziato venerdì sera con le mia amiche, arrivate dalla sicilia per lui. Il Blasco che riempie (quasi) lo stadio olimpico di Torino, sotto una pioggia disgraziata che lascia il tempo di far suonare, il re del rock made in Italy da oltre 30 anni. Ma andiamo per ordine. Venerdì sera dopo una cena “piemunteisa” ed un big party in collina, nella cornice e nella frescura di Villa Sassi, ho praticamente saltato il sonno e son partito dopo una doccia, col founder di Shoestagram e fidanzata alla volta del Fashion Camp. Di questo farò un post ad hoc. Presentata l’applicazione, dopo un pasto frugale e incontri interessanti, son corso a Garibaldi e da li, a 300 all’ora, ho avuto modo di conoscere la bella ed interessante Stefania Virone Vittor, blogger per Glamour (colei che scrisse anche la recensione dell’applicazione di Marco Milone, tanto per capirci). Dopo averla ubriacata di parole ed esser tornato a Torino, secondo round in piazza Savoia con amici vari e le care amiche Chiara Micale (conduttrice radio di The Fashion Victim) e quel pezzo di mora alta “due metri” Eleonora, che già erano con l’adrenalina alle stelle per il giorno “x”. Finalmente un pò di riposo. 11 ore totali di sonno per oltre 2 giorni di sveglia. Non male. Dopo un pranzo leggero e al fresco delle colline canavesane, e dopo mille sms con le pazze del sud, è venuto il momento tanto atteso. Sotto una pioggia battente giungo a Torino. Il traffico nelle vicinanze del “tempio del rock” si faceva sempre più pressante. Trovato posto, arrivo allo stadio. Gente in coda dalle 8 del mattino, che era marcia dopo 8 ore di temporali ad intermittenza, ma con un sorriso ed una voglia di valicare quelle mura, che sembrava un esercito in festa. Io perdo Chiara, Eleonora e Silvia che si piazzano fronte stage nel prato..

IMG_0369

IMG_0370

IMG_0372

IMG_0371

Vabbè, evito la pioggia che persiste da ore riparandomi sotto la tribuna, ed uso Shoestagram, per documentare un po lo style da concerti, che i fan di Vasco indossano ai loro piedi. Ecco quando dico che la parte social dell’applicazione prende forma. Conosco una marea di gente, tanti ragazzi un pò sorpresi e insospettiti mi guardano quando fotografo, ma quando faccio vedere il risultato. Be, chi riesce si scarica l’app al volo e la usa. Molto contento, sebbene le scarpe della gente fossero tutte color..emme..il fango non lasciava molto altro spazio ai colori.

IMG_0380

IMG_0379

IMG_0378

IMG_0376

IMG_0375

IMG_0374

Tra birre e cantate, qualche siga e qualche aneddoto, un intro molto scadente (poveracce le ballerine sul palco per il freddo che si sono prese), si accendono le luci e finalmente parte lo show. Son passate da poco le 21 e l’olimpico diventa un tripudio di colori ed urla che si levano in cielo e fanno scappare le nuvole e la pioggia. Tutto si accende e Vasco Rossi, attacca nel migliore dei modi. Tornato in forma, canta con la grinta di sempre, mandando via la sfiga con “siamo vivi” che diventerà l’hashtag del giorno dopo per ovvi motivi.

IMG_0392

IMG_0390

IMG_0408

IMG_0406

Pezzi del nuovo album si scambiano con quelli cult del passato, facendo tornare alla memoria vecchi ricordi (per chi come me ha già superato gli enta). Dopo un intervallo di sola musica suonata dalla band, torna con un nuovo dress. La pelle, il jeans, restano cuciti sulla pelle del rocker più amato d’Italia, per dimostrare che poco è cambiato dagli inizi. Come la sua voce. Emoziona ancora oggi, quando dalle casse escono “Sally”, e quando ricorda Massimo Riva, quando canta “gli spari sopra” e poi chiude lo show, con “Albachiara”. Questa era la parte dedicata al mito che non è mai tardi, di quello che non dorme mai (quasi come me), ma parliamo anche della moda tech che veniva indossata dai fan del club. Ho investigato ieri tra una pausa e l’altra ed ho scoperto un progetto del 2011, che lega QRcode,  tshirt ed accessori. QRtribe, è una società che unisce grafiche (più o meno interessanti) con abbigliamento casual sportivo. La partnership col Blasco fan club, prevede zaini e tshirt sui quali viene applicato un QR.

images-4

images-3

images-2

Questo va attivato e serve quando si viene fotografati. Il codice univoco permette di ricevere (dopo la scansione) contenuti esclusivi su eventi ed altri details. L’idea è interessante, ma ieri non ha funzionato molto (io ho provato a leggerli con scarsi risultati). Da apprezzare l’idea per portare i social agli eventi e per fare conoscenze nuove. In questi ultimi tempi, tutte queste esperienze, sono raccontate con smartphone in pugno, che immortalano e condividono ogni singolo secondo, portando all’esterno, molte delle sensazioni che si vivono in prima persona e questo, è un bene. Tutti possono essere partecipi, a volte anche di eventi a cui non si sarebbe mai potuto accedere. Bene, termina il mio weekend alle 2 di notte..altre 15 ore rubate alla noia del sonno, e forse anche io posso dire..sono vivo..

Fabrizio Chiara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s