La moda “architettata” da Renzo Piano

Torniamo indietro di 15 anni. Tanto è passato dal folle progetto commissionato da Hermès, al nostro architetto più affermato e conosciuto nel mondo, Renzo Piano. Una costruzione incredibile che sfida tutt’oggi, i peggiori terremoti, con la propria solidità e grazie ad un accurato studio e progettazione su carta. A Tokyo mr. Piano, come un fashion designer, ha firmato una creazione secondo i suoi fondamentali concetti stilistici, fatti di leggerezza e luminosità, in piena sintonia con la Maison parigina. Si è avvalso del miglior supporto nei materiali, richiedendo a Seves, azienda italiana leader nella produzione di mattoni in vetro, un modello di mattone inesistente, fatto di un vetro super resistente, con una lavorazione particolare. La finitura è stata progettata per avere la superficie liscia verso l’interno, mentre quella rivolta all’esterno è ondulata per ottenere un effetto “increspatura”  come quando l’acqua viene accarezzata dal vento. La luce ne amplifica l’effetto, dovuto anche al trattamento a “specchio” realizzato con il processo di argentatura delle superfici lungo tutto lo spessore del mattone. Dopo 4 anni di studio e lavori di realizzazione, la “lanterna magica” apre i battenti, nell’importante quartiere di Ginza. Gli oltre 13.000 blocchi vetrati,  ingabbiati ed uniti a cemento acciaio e legno, luccicano come oro al sole, rendendo unica la struttura nel quartiere. 15 i piani su cui si snodano 6.000 mq di superficie, che nel 2006 vengono ulteriormente ampliati di 360 metri quadri, creando l’ala sud della Maison Hermès, fondendo il vecchio con il nuovo senza soluzione di continuità all’insegna della simmetria di entrambi i lati della piccola “piazza centrale”.

Fabrizio Chiara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s