L’e-commerce sfida gli stores.

Con l’arrivo di internet, tutto si è evoluto negli anni. Non si è trattato solo più di usare una mail, raggiungere luoghi lontani, oppure fare telefonate davanti al pc. Il cambiamento iniziato negli anni ’90, ha cambiato (e sta cambiando) profondamente il nostro modo di vivere, di vedere le cose. Spostandoci sul piano della moda, una delle cose di maggior impatto sociale, che ha stravolto le nostre abitudini è sciuramente l’introduzione dello shoping online. Questo nuovo modo di fare acquisti, ha permesso a chiunque di comprare cose che una volta, non si sarebbe mai potuto fare se non viaggiando. Nel mondo d’oggi, tutti siamo “viaggiatori” che navigano in una rete, sempre più trafficata e convulsa, in cui pubblicità più o meno allettanti ci invitano a fare acquisti, aumentando le prospettive di vendita dei brands, che investono budget importanti nel marketing e nella promozione dei loro prodotti.

Essendo la rete, il mio habitat naturale di tutti i giorni, ho selezionato tre interessanti realtà del panorama e-commerce della moda, non tanto per parlare di numeri o dati finanziari (cose dannatamente noiose che però, misurano il loro funzionamento), ma bensì per parlare della loro forma e dei loro contenuti.

YOOX.com è una delle aziende più consociute ed importanti al mondo, per quanto riguarda il reatil sulla rete. Italiana dalla nascita, racchiude centinaia di brands, che spaziano dalla moda indossata a quella per la casa, al tempo libero. Dall’uomo alla donna, al bambino, dall’orologio, al gioco, dall’accessorio all’abito più chic, qui è possibile trovare davvero qualsiasi cosa. La grafica è sempre leggera e facile da usare, e la visione globale dei prodotti e delle categorie permettono una ricerca rapida e precisa. Sicuramente si parla dei “top sites” tra quelli presenti in rete.

Il secondo brands selezionato (non c’è una graduatoria, sia chiaro) è ASOS.com, fondato nel giugno del 2000, è il più grande sito di e-commerce britannico, con oltre 40.000 prodotti che spaziano dalla moda, ai gioielli e alla cosmetica. Sono presenti sia marche indipendenti che del loro brand. Aggiornamenti costanti (come capita in queste tipologie commerciali), permettono un’offerta sempre fresca ed interessante. Il design del sito è totalmente diverso, ed offre un servizio di vetrina per blogger, che propongono idee e outfits personali. Motivo per cui brilla di luce propria.

L’ultimo sito preso in considerazione, che ha un tasso di crescita incredibile, e forse il più giovane tra quelli di cui abbiamo già parlato è GILT.com. In cinque anni, è diventato un punto di riferimento per lo shopping online con un’anima tutta sua. Vive a New York City, non a caso una delle 4 città più importanti della moda mondiale, ma a differenziarla da yoox e asos, ci pensa la proposta di vendita per città. Oltre a proporre abbigliamente e accessori, è possibile comprare offerte di altra natura (come pacchetti per SPA, eventi legati al cibo etc),  a seconda della city selezionata. Anche qui i web desginer si sono fatti in quattro per avere un risultato dinamico e divertente della piattaforma.

Come queste attività commerciali, in rete si trovano tantissime altre possibilità che permettono come  yoox, asos e gilt di comprare a prezzi scontati, senza tralasciare la qualità del prodotto. Questà è la natura un pò similare della rete, fare affari sempre e ovunque.

Fabrizio Chiara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s