TECHstyle..la MODA ad alta tecnologica.

Nel mondo dei social, di internet, della mobilità più totale portata dagli smartphones, anche il lato più modaiolo (che non vuol dire avere il cellulare più alla moda), si adegua alle evoluzioni del web. Sempre più nel mondo delle startup tecnologiche, il legame con un settore che produce decine di miliardi di dollari di fatturati e diventato importante. Facebook app che giocano con i vestiti, cinguettii continui da parte di bloggers che descrivono in real time sfilate, e mostrano i loro outfits a migliaia di followers, mobile app che permettono di mostrare i propri gusti in fattore di moda, fare shopping, e anche Wired, qualche mese fa, ha raccolto una decina di app al suo cospetto, per descriverne le doti spesso divertenti ed utili. Vista la mia mania per la moda e la tecnologia, scriverò una serie di articoli su questi “pericolosi” giochini.

Oggi parliamo di STYLOOLA, mobile app “made in Italy” creata e sviluppata da Marco Ottolini, imprenditore seriale del web  da metà anni ’90, ed il suo socio in questa nuova avventura, Andrea Lorini, co-fondatore di iWanado, che ha abbandonato a causa della nuova attività, in cui è assorbito al 100%. Lo scorso 27 settembre al TECHcrunch Italy, hanno lanciato la loro giovane creatura, che permette di salavare il proprio guardaroba, e sulla base dei prodotti che si possiede o si osserva in giro per i negozi, permette di ricevere sconti selezionati e creare outfits per diventare i più trendy della globosfera. Iniziando dalla propria città fino a passare i confini dello stivale, Styloola mira a diventra un riferimento del settore, mirando a 2,5 milioni di utenti entro il 2013 e cercando il pareggiando il bilancio con un fatturato di 5 milioni. La loro fonte di guadagno sono gli stessi utenti, che con un meotodo di profilazione, permette a loro di staticizzare informazioni sui gusti personali, che rivende alle stesse aziende di moda, le quali pagano fior di quattrini per capire il mercato e creare campagne pubblicitarie ad hoc. Diciamo che ci guadagnano tutti.

Per non fare l’errore di molti, tengo a sottolineare che Styloola, è un mix tra Instagram e Foursquare, in quanto coinvolge aspetti legati alla fotografia e alla geolocalizzazione (come molte delle app oggi in circolazione), qui però la geolocalizzazione ti segue fino all’interno dello stores come precisa Andrea e le fotografie scattate ai particolari vengono salvati nel propio armadio. Io l’ho provata, sembra divertente e carina e sicuramente potrà competere con le altre concorrenti già sul mercato da tempo, per contendersi lo scettro di “più App del reame”.

Fabrizio Chiara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s